Occhiali Ray-Ban Titanium

Tutti amano gli occhiali da sole Ray-Ban e tra le collezioni più amate ci sono i Ray-Ban Titanium. Questa linea di occhiali da sole e da vista in titanio comprende montature unisex evergreen e occhiali storici del brand dal design leggermente rielaborato. Chi ama i modelli Ray-Ban sarà conquistato dalle montature in titanio leggere e ipoallergeniche.

Ray-Ban Titanium: unione di tradizione e innovazione

Ray-Ban per la realizzazione degli occhiali da sole e da vista in titanio si basa sull’acquisizione di Fukui Megane, importante produttore giapponese di occhiali in titanio e da qui nasce l’idea di aggiungere questa tecnica di lavorazione e questo materiale al catalogo.

Dopo l’acquisizione della casa di moda giapponese Luxottica ha deciso di rivedere i modelli storici del brand e creare la capsule collection Titanium puntando sulle forme iconiche degli Aviator, dei Caravan e dei Round che piacciono a uomini e donne e vestono al meglio ogni volto, da quello spigoloso a quello rotondo.

Il vantaggio del titanio è quello di essere un materiale ipoallergenico e nickel free oltre ad avere una grande resistenza alla corrosione che rende la montatura in titanio da uomo e da donne e i Ray-Ban Titanium adatti a ogni situazione, da quella urbana a quella estrema.

Gli speciali Ray-Ban Titanium si caratterizzano per grande leggerezza e resistenza e non ci si deve preoccupare della loro durata e integrità. Oltre a questo Ray-Ban ha deciso di valorizzare la capsule collection Ray-Ban Titanium con un packaging dedicato a questa leggerissima montatura, che pesa anche il 50% in meno rispetto a quella i metallo o acciaio.

Occhiali Ray-Ban: lunga storia e costante innovazione

Anche i Ray-Ban Titanium si inseriscono con successo nella lunga storia del brand Ray-Ban, iniziata nel 1937 con gli Aviator, un occhiale da sole innovativo pensato per l’aeronautica militare. Oggi l’azienda propone modelli di occhiali da sole e da vista da uomo, da donna e unisex anche realizzati i titanio.

Nonostante la visione innovativa e la ricerca di nuove tecnologie e materiali il brand Ray-Ban è sempre stato fedele alle sue origini e a continuato ad evolversi a partire dai modelli storici. Nello specifico nella linea Titanium è possibile vedere come l’innovazione del materiale e una variazione al design possano cambiare e rinnovare dei modelli senza tempo dando loro un valore aggiunto.

Ray-Ban Titanium: i vantaggi di questo materiale

Da sempre il titanio è un metallo apprezzato per leggerezza e resistenza alla corrosione. Si tratta di un materiale che non ha nulla da invidiare all’acciaio ma è il 40% più leggero pur essendo altrettanto resistente.

Questo elemento fu scoperto nel 1795 da Martin Heinrich Klaproth, un chimico tedesco che lo nominò titanio ispirandosi ai Titani, divinità ancor più antiche degli dei dell’Olimpo, incarnazione delle forze primordiali dell’Universo, nati dall’unione tra la Terra e il Cielo.

Si tratta, come già accennato di un metallo ipoallergenico del tutto privo di nickel e per questo motivo è utilizzatissimo per realizzare orecchini e piercing. Tutte le proprietà di questo prezioso materiale lo rendono perfetto anche per la creazione di tantissimi oggetti che devono essere resistenti e pratici, tra cui sicuramente orologi e occhiali.

 

Alcuni modelli della capsule collection Ray-Ban Titanium

Tanti e diversi sono i modelli di occhiale da sole che fanno parte della capsule collection Ray-Ban Ttanium e tra questi vi invitiamo a tenere in considerazione:

  • Occhiali da Sole unisex Ray-Ban Aviator Titanium RB 8125: gli Aviator sono il modello storico del brand Ray-Ban e gli Aviator Titanium RB8125 rappresentano la naturale evoluzione di questi occhiali da sole leggeri e accurati con una finissima lavorazione e la finitura spazzolata. Molto bella è la lavorazione a filigrana su aste e frontale. Tra le nuance dei Ray-Ban Aviator Titanium RB 8125 ci sono: Brusched demi gloss white gold con lenti Green ovvero un oro bianco anticato con lenti verdi; Demi gloss antique gold con lenti Grey, ovvero una versione bronzo antico con lenti grigie; Silver demishiny con lenti Polarizzate blue mirror gold, ovvero argento misto a blu; Demi gloss pewter con lenti Dark blue, la variante più scura, quasi un canna di fucile con lenti sui toni del blu; e l’ultima, Gold con lenti Green polarizzate. Una scelta davvero ampia che soddisferà tutti i gusti;
  • Occhiali da Sole unisex Ray-Ban Round Titanium RB 8147: gli occhiali da sole Ray-Ban Round Titanium RB8147 sono ultraleggeri e hanno forma rotonda e doppio ponte che dona un carattere deciso alla montatura in titanio. Il modello anche in questo caso è disponibile in tante varianti di colore, tra le quali: Demi gloss antique gold con lenti Grey, la più anticata sui toni del bronzo; Brusched demi gloss white gold con lenti Green, una combinazione fresca tra oro bianco e verde; Demi gloss pewter che monta lenti Dark blue, una caratteristica combinazione di colori scuri, il peltro e il blu carico; e l’ultima, la Silver demishiny con lenti polarizzate blue mirror gold, un argento con lenti azzurrate per gli amanti dei colori freddi;
  • Occhiali da Sole unisex Ray-Ban Caravan Titanium RB 8136: i Ray-Ban Caravan Titanium RB8136 sono occhiali iconici con doppio ponte oggi disponibili anche nella versione in titanio con rifinitura spazzolata e lavorazione a filigrana su metallo e aste. I colori di questo modello storico sono in questo caso: Brusched demi gloss white gold che monta lenti Green, fantastica versione ottone anticato; Demi gloss antique gold con lenti Brown, un po’ più scura della precedente che ben si adatta alle lenti marroni; Silver demishiny con lenti polarizzate blue mirror gold ar, una bella montatura argentata con lenti azzurrate; Demi gloss pewter che monta lenti Dark blue, la versione color peltro con lenti azzurrate; e la Gold con lenti Green polarizzate.

Non resta che scegliere i Ray-Ban Titanium preferiti acquistando online solo occhiali da sole 100% originali e al miglior prezzo.

I vantaggi delle montature in titanio

Perché acquistare un occhiale da sole della capsule collection Ray-Ban Titanium? Sicuramente chi sceglie queste montature Ray-Ban può contare su flessibilità, resistenza e leggerezza, ma non solo. Ecco i 5 vantaggi di una montatura in titanio:

  • DUREVOLEZZA – la maggior parte delle montature per occhiali ha una longevità minore rispetto alle montature in titanio. Questo materiale, infatti, non si graffia e non si riga e ha la capacità di durare a lungo. Gli occhiali in titanio tendono a resistere di più, anche agli urti e alle cadute;
  • RESISTENZA ALLA CORROSIONE – solitamente i metalli tendono ad arrugginirsi a contatto con l’acqua e l’umidità. Il titanio fa eccezione e non viene danneggiato. Per questo, molti sportivi scelgono occhiali in titanio che resistono ai cambiamenti di temperatura e al sudore;
  • LEGGEREZZA – chi porta gli occhiali sa quanto sia fastidioso avere sul naso un occhiale che pesa e che “segna” la pelle! Le montature in titanio sono estremamente leggere e possono essere indossate comodamente per diverse ore;
  • FLESSIBILITÀ – la maggior parte degli occhiali in titanio non sono costituiti da titanio puro, bensì miscelato con altri materiali come il Beta titanio. Per questo, le montature sono estremamente flessibili. Infatti, in caso di pressioni, flessioni o torsioni, il Beta Titanio torna alla forma originaria;
  • PROPRIETÀ IPOALLERGENICHE – le montature in titanio sono ipoallergeniche e dermo-compatibili e, proprio per questo, sono un valido alleato di chi ha la pelle sensibile o di chi è soggetto a reazioni allergiche da contatto.
  • Per queste sue caratteristiche, il titanio è un materiale sempre più impiegato e apprezzato nel settore dell’occhialeria.

Per questo i Ray-Ban Titanium sono così apprezzati e la rivisitazione dei modelli iconici Ray-Ban della capsule collection conquista uomini e donne di ogni età. Trova i tuoi preferiti online!

 

 

Occhiali Generation Class Ray-Ban per bambini

Proposte Ray-Ban per bambini

Oggi ti presentiamo Generation Glass: 1.3 miliardi di bambini nati nell’era di Internet e dei social media che amano divertirsi ed essere cool ma hanno anche bisogno di proteggersi dall’esposizione quotidiana alla luce blu e dai raggi solari nocivi.

Se indossi un paio di Ray-Ban, sai già che vincerai! Collezione Ray-Ban per bambini che vogliono essere cool e proteggersi! Tutti bambini sono eroi ma non sono tutti uguali.

  • Prima infanzia 0-6 anni cosa cercano: look colori allegri e divertenti. Materiali comodi e resistenti. Chi sceglie lo stile: genitori.
  • Bambini 7-10 anni cosa cercano: look simile agli adulti ma con un tocco di allegria. Materiali comodi e funzionali. Chi sceglie lo stile: genitori/bambini
  • Preadolescenti 11-13 anni cosa cercano: look simile agli adulti al passo con la moda. Chi sceglie lo stile: preadolescenti.

Gli eroi non scelgono i loro superpoteri ma i bambini si.

Rayban RJ9506S
Rayban RY1528
Modelli iconici, intramontabili, per creare un collegamento immediato con il dna del brand, consigliati principalmente per bambini e preadolescenti.

Rayban RJ9064S
Rayban RY1586
Questi modelli rappresentano solo un esempio dei prodotti del segmento montature iconiche e moderne che aiutano i bambini a esprimere la loro identità e il loro stile. Consigliati principalmente per bambini e preadolescenti.

Rayban RJ9187S
Questi modelli rappresentano solo un esempio dei prodotti del segmento. Modelli semplici e funzionali, perfetti per i più piccoli e per il massimo comfort consigliati principalmente per prima infanzia e bambini fino a 10 anni

Con la collezione Ray-Ban per bambini sia i bambini che i genitori ottengono quello che vogliono.

Oakley Authentic Prescription Bambini e adolescenti

PROGETTATE PER ASSICURARE MASSIMA STABILITÀ

Il programma Oakley Authentic Prescription Youth offre gli stessi modelli autentici e le stesse rivoluzionarie tecnologie per cui il marchio Oakley è già rinomato in tutto il mondo.

Il fitting è stato ripensato e disegnato appositamente per i più giovani, così che possano trovare gli occhiali che li aiuteranno ad avere fiducia in sé stessi e a curare al meglio i loro problemi di vista.

Prendersi cura della vista è fondamentale, anche quando si è bambini e ragazzi. E’ per questo che il programma Oakley Authentic Prescription Youth offre soluzioni contro i problemi di vista attuali e previene la formazione di future complicazioni.

I modelli per bambini e adolescenti della linea Oakley Authentic Prescription sono prodotti nei laboratori ottici di Oakley, e coniugano qualità, praticità e innovazione. Il risultato sono occhiali con lenti graduate creati su misura per soddisfare le esigenze specifiche dei più piccoli e prodotti secondo il tradizionale metodo Oakley.

La rete dei laboratori Oakley conta tre laboratori regionali, tutti completamente integrati nella rete dei laboratori EssilorLuxottica, per soddisfare meglio le esigenze del mercato e garantire la precisione degli ordini.

I TRE PILASTRI

Il programma Oakley Authentic Prescription Youth di occhiali Oakley per bambini  si basa su tre pilastri.
Vediamo quali sono!

1 – ESSENZIALI PER I GIOVANI

Oakley ha ampliato le sue proposte per i più giovani con le lenti Oakley Essential Youth. Realizzate in Plutonite®, un materiale molto resistente, e adattate alle montature per bambini Oakley, le lenti monofocali trasparenti sono pronte per essere indossate da qualsiasi bambino.

2 – OAKLEY STEALTH™ BLUE YOUTH

Le lenti Oakley Essential Youth incorporano lo Stealth™ Blue Youth, uno speciale rivestimento progettato per filtrare la luce blu, rafforzare la protezione, aumentare la resistenza e ridurre i riflessi.

CARATTERISTICHE E BENEFICI

Oakley Stealth™ Blue Youth presenta una lunga serie di caratteristiche e benefici che migliorano le performance visive e forniscono altissimi livelli di protezione per gli occhi dei più piccoli.
Vediamo nel dettaglio quali sono le caratteristiche e i benefici, e come aiutano a migliorare la vista.

STEALTH™ BLUE YOUTH

Il trattamento Oakley Stealth™ Blue Youth permette di filtrare in modo efficiente la luce blu e fornisce protezione contro la luce blu-violetta 3 volte maggiore rispetto alle comuni lenti da vista*, lasciando passare i raggi benefici della luce blu turchese.

PROTEZIONE UV

Il modo migliore per mantenere gli occhi sani e giovani è proteggerli fin dall’inizio. Il trattamento Oakley Stealth™ Blue Youth fornisce un filtro progettato per bloccare oltre il 99% dei raggi ultravioletti nocivi.

RIDUZIONE DEI RIFLESSI INTERNI ED ESTERNI

Vedere ed essere visti. Grazie al trattamento Oakley Stealth™ Blue Youth, progettato per ridurrei riflessi sulle lenti, gli occhi di chi indossa gli occhiali non verranno nascosti o oscurati alla vista degli altri o nelle fotografie. Ciò aiuta a ridurre i riflessi abbaglianti prodotti dai raggi luminosi.

PROTEZIONE ANTIGRAFFIO

Grazie a Oakley Stealth™ Blue Youth, le lenti sono rivestite da uno strato invisibile di protezione antigraffio che rende le lenti più resistenti ai graffi e alle abrasioni, prolungandone così la durata complessiva.

PROTEZIONE ANTISTATICA

Perché la polvere deve ostacolare una visione limpida? Grazie a Oakley Stealth™ Blue Youth, le lenti sono ricoperte da uno strato invisibile di protezione antistatica che impedisce alla polvere, allo sporco e ad altre particelle di attaccarsi e di oscurare la visione.

PROTEZIONE OLEOFOBICA – ANTI-MACCHIE

Facili da pulire e da mantenere pulite. Lo strato invisibile di protezione oleofobica che riveste le lenti trattate con Oakley Stealth™ Blue Youth le rende più resistenti alle impronte delle dita e alle macchie di creme e oli.

PROTEZIONE IDROFOBICA

Grazie a Oakley Stealth™ Blue Youth, le lenti sono ricoperte da uno strato di protezione idrofobica e idrorepellente che previene l’accumulo di umidità, come sudore e gocce di pioggia, che può causare una distorsione ottica sulla superficie della lente.

3 – IL MARCHIO DELL’AUTENTICITÀ

Solo sulle lenti Oakley Authentic Prescription viene incisa a laser la “O” di Oakley nell’angolo della lente, un simbolo di innovazione tecnologica e dell’autenticità di Oakley e della sua qualità senza compromessi.

Ray ban Titanium, ultraleggero e resistente

Il titanio è uno dei materiali più ricercati al mondo. È resistente e ultraleggero.

Il titanio è infatti resistente come l’acciaio, ma pesa il 45% in meno. Presenta eccellenti proprietà meccaniche ed è molto flessibile, quindi è perfetto per realizzare montature altamente confortevoli.

E c’è di più: il titanio resiste alla corrosione e all’ossidazione, garantendo finiture durevoli, pregiate e facili da pulire. Inoltre, il titanio allo stato puro è ipoallergenico e privo di nichel, caratteristiche che lo rendono adatto anche alle pelli più sensibili.

Grazie a tutte queste proprietà, le montature in titanio sono comode da indossare tutto il giorno e sono pensate per durare a lungo. La collezione Ray-Ban Titanium è realizzata nella città giapponese di Sabae più precisamente nello stabilimento di Fukui.

L’occhialeria giapponese tradizionale è celebre per la sua artigianalità. Il design impeccabile e l’eccellente qualità. Grazie ai suoi oltre 50 anni di esperienza, lo stabilimento di Fukui può fare affidamento sulle impareggiabili competenze di circa duecento artigiani esperti specializzati nella lavorazione e nell’incisione di metalli preziosi come il titanio.

Poiché la pazienza e la ricerca della perfezione sono virtù ben radicate nella cultura giapponese, la dicitura “Made in Japan” è sinonimo di una grande attenzione per i dettagli. Le montature Ray-Ban Titanium sono pensate per i Premium styler, clienti che sanno cosa cercano in un prodotto e sono esperti di prodotti di qualità elevata.

Il target di questa collezione sono in particolare gli uomini dai 30 anni in su ambiziosi e in carriera. I premium styler desiderano investire in prodotti durevoli e di qualità. Sono molto attenti ai dettagli e preferiscono prodotti di lusso che non diano nell’occhio, senza loghi vistosi, quindi preferiscono modelli più essenziali.

Per loro lo stile è importante ma i materiali di qualità lo sono ancora di più. In questo caso, l’idea è quella di attirare i clienti Ray-Ban esistenti che oltre a essere cresciuti indossando il nostro marchio con il tempo hanno migliorato le loro condizioni economiche.

Collezione Ray Ban Titanium 2023

Vogliamo inoltre raggiungere nuovi clienti che non hanno preso in considerazione il nostro marchio. Per quel che riguarda le novità della collezione Titanium 2023, la principale è che finalmente lanceremo le montature Titanium da vista. La nuova collezione primaverile presenta due iconici modelli Ray-Ban in un’edizione raffinata, elegante e di lusso.

I modelli Round e Ray Ban Frank saranno disponibili in versione da vista e da sole, in molti colori diversi: dal canna di fucile all’oro spazzolato. Tutti gli occhiali da sole sono dotati di lenti polarizzate per offrire a chi li indossa la miglior esperienza visiva.

Presenteremo inoltre tra nuovi modelli a doppio ponte con lenti Chromance, in cui due saranno disponibili anche in versione da vista. Quando un cliente acquista un paio di occhiali Ray-Ban Titanium, riceverà anche una confezione personalizzata con la scritta “Titanium”. Ed eccoci qui, siamo arrivati alla fine del nostro viaggio.

Facciamo un breve riassunto.

Siamo partiti dalla vera essenza della collezione, cioè il titanio, un materiale dall’eccellente rapporto fra resistenza e peso, che garantisce comfort per tutto il giorno e durevolezza. In seguito siamo andati in Giappone per capire meglio il significato della dicitura “Made in Japan”, ovvero una grande attenzione per i dettagli e un’artigianalità impeccabile.

Questa attenzione per i dettagli corrisponde perfettamente alle necessità dei “Premium styler”, i clienti che cercano la qualità migliore e non sacrificano lo stile in nome del risparmio.

Come scegliere gli occhiali da sole adatti a te

Scegliere un paio di occhiali da sole, nonostante possa sembrare un’azione abbastanza semplice, quasi triviale, in realtà è un momento molto critico, a cui bisogna fare estrema attenzione. Infatti, comprare degli occhiali da sole è molto importante e per tantissime persone può essere anche un acquisto dispendioso, perciò bisogna essere realmente cauti.

Se si è alla ricerca di un buon paio di occhiali da sole, che possa effettivamente essere utile ed aiutarti a difendere la tua vista dai raggi UV, si dovrà scendere a compromessi e cercare una marca dal costo elevato. Per quanto alla società di oggi possa piacere comprare qualcosa a un prezzo irrisorio, molto spesso per la qualità e la possibilità di un prodotto durevole, bisogna spendere un po’ di più.

Ed è proprio per questo motivo che bisogna essere molto attenti alla propria scelta, quando si tratta di comprare degli occhiali da sole o delle montature Ray Ban. Per poter comprare un prodotto che sia allo stesso tempo utile, efficace, durevole, ma allo stesso tempo esteticamente piacevole e che vada oltre alle sterili mode del momento, che possono passare via, bisogna fare una scelta calcolata. Infatti, bisogna anche prendere in considerazione un altro fattore molto importante: non tutti gli occhiali da sole sono adatti a noi.

Ogni persona al mondo ha dei tratti del viso estetici e dei bisogni fisici per quanto riguarda la vista molto diversi, di conseguenza non tutti i modelli o le qualità di occhiali da vista potranno essere utili per te, così come potrebbero non aiutarti nel rendere il tuo viso armonioso e starti bene.

Per questo motivo, è più che consigliabile imparare a fondo tutti i dettagli che formano e caratterizzano degli occhiali da sole, così come anche tutti quei piccoli trucchi che possono farti capire quanto un paio possa essere più adatto al tuo viso o meno.

montature ray ban

Grazie a questa guida, conoscerai tutti i segreti che si nascondono dietro agli occhiali da sole, così da poter fare la scelta giusta per te e comprare un paio di occhiali da sole bello, ma allo stesso modo utile e che ti accompagnerà per tantissimi anni, senza andare fuori moda. Vediamo insieme cosa c’è da sapere su questo argomento, a volte poco conosciuto, ma molto interessante da scoprire.

Forma del viso e degli occhi: quali sono gli occhiali più adatti?

Un elemento molto importante nella scelta di un paio di occhiali da sole è certamente il dover prendere in considerazione la forma del tuo viso e dei tuoi occhi. Per quanto possa sembrare scontato, in realtà molte persone non considerano questi dettagli fondamentali, il che è un errore madornale. Infatti, se un paio di occhiali da sole dovrà essere sul nostro viso, esso ne diventerà parte integrante e, di conseguenza, devono essere scelti anche in base a questi criteri. Inoltre, la forma degli occhiali aiuterà anche a dare un’impressione diversa del tuo viso, cambiando quasi i tuoi connotati. Ma come approfittare di queste indicazioni a nostro vantaggio?

Tipologie di viso

Viso ovale o ovale allungato – Se hai un viso di questo tipo, ovvero ovale o ovale allungato, ecco cosa potresti cercare in un paio di occhiali da sole. In realtà, per questo tipo di tratti estetici ci sono numerosi tipi di occhiali che potrebbero andare bene, perciò vi è soltanto un elemento a cui dover fare particolare attenzione, ovvero alle dimensioni degli occhiali.

Come potrà essere abbastanza chiaro, se si ha un viso più grande e ampio, potrebbe andar bene una montatura di occhiali più grande e ‘importante’, mentre se si possiede un viso un po’ più piccolo, sarebbe meglio scegliere montature più minute, così da non coprire eccessivamente la vostra faccia. Bisognerà fare leggermente più attenzione se si ha un viso ovale allungato, in quanto ci saranno sicuramente zigomi più pronunciati e un viso generalmente più asciutto.

Se questi sono i vostri tratti, allora dovrete tendere di più verso occhiali da sole più grandi e dalle forme ampie, così da compensare la snellezza del viso e bilanciare il tutto. In particolare, potreste trovarvi meglio con occhiali molto alti e dalle forme più arrotondate, mentre delle montature più sottili potrebbero sembrare troppo piccole.

Viso tondo – In questo caso, il vostro viso sarà necessariamente più piccolo e i vostri tratti sembreranno più dolci e arrotondati, quasi pieni, specialmente nella zona delle guance. Proprio per questo motivo, in casi simili bisogna scegliere montature di occhiali da sole diverse rispetto a quelle precedenti. Per questa tipologia di viso, infatti, gli occhiali ideali sarebbero quelli un po’ più sottili ed allungati, che si possano estendere più verso l’esterno del vostro viso e che non siano troppo alti. Il rischio di comprare montature opposte, rispetto a questi, sarebbe quello di rendere il viso troppo piccolo e pieno, evidenziandone i tratti più accennati, senza trovare un giusto equilibrio.

Viso a triangolo in giù – In questo caso, il tuo viso risulterà come un mix armonioso di diversi tipi di tratti somatici, partendo dalla parte superiore più ampia, con delle tempie e degli zigomi alti e piuttosto grandi, con la parte inferiore dello stesso, che in realtà sarà più asciutta e allungata, formando proprio un triangolo con la punta verso il basso.

Se questo è il tipo di viso che avete, non dovrete temere in quanto avrete poche indicazioni da seguire e queste sono: osate! Infatti, i visi con queste forme possono indossare occhiali da sole molto ampi e larghi, per di più potendo anche giocare con delle forme o delle combinazioni più bizzarre. L’unico imperativo da dover avere a mente sarà quello di prediligere delle forme di occhiali da sole più arrotondate, così da non rendere il viso troppo spigoloso o piatto.

Viso quadrato – Con questo tipo di tratti somatici, certamente non sarete inosservati, in quanto rendono il viso una persona molto riconoscibile e indimenticabile, grazie alla mascella e agli zigomi che potranno essere molto più pronunciati rispetto alla media. Nonostante ciò, però, vi sarà comunque una quantità di spazio adeguato, per non rendere il vostro viso troppo spento, allungato e dare la sensazione di essere ‘malnutriti’.

Se vi riconoscete in questa tipologia di viso, ecco gli occhiali da sole che dovreste cercare per voi. Principalmente dovrete scegliere degli occhiali da vita che siano grandi, ampi e dalle forme arrotondate, che possono donare più delicatezza ai tratti del vostro viso e ammorbidirlo.

montature ray ban

Una tipologia molto comune da poter prendere in considerazione sono gli occhiali a forma ‘di occhi di gatto’, ovvero dalle punte esterne superiori allungate, così da dare più dimensione al viso e rendere lo sguardo più affilato. Invece, in questo caso, dovreste evitare delle forme più dritte e geometriche, in quanto potrebbero indurire le forme del vostro viso.

Bisogna allo stesso tempo ricordare che la forma generale del viso non è l’unico tratto da avere in considerazione, durante la scelta di un nuovo paio di occhiali da sole! Infatti, bisogna prendere in atto anche tanti altri dettagli, fra cui la forma e la grandezza del naso, così come quella delle labbra.

Infatti, con un naso più grande o alto, bisognerà scegliere un tipo di montatura che possa essere equivalente in grandezza ad esso, così da bilanciare il viso. Invece, con nasi più piccoli, di conseguenza, occhiali così ampi potranno risultare eccessivi e coprire il viso.

Per quanto riguarda le labbra, bisogna stare attenti alla loro grandezza e forma, poiché delle labbra più curve, ad esempio a forma di cuore o di pomello, si dovrà tendere molto di più verso delle forme di occhiali da sole dalle linee più tonde e arrotondate, quasi più bombati.

Fra mille colori di occhiali da sole, quali sono i più belli per noi?

Una cosa molto importante ma anche estremamente divertente da dover scegliere, durante l’acquisto di un paio di occhiali da sole, è il colore della montatura e delle lenti. Sul mercato ci sono così tante possibilità, fra le tante marche e montature, da lasciarci effettivamente con l’imbarazzo della scelta.

Nonostante ciò, bisogna tenere in considerazione che è molto importante scegliere il colore giusto delle lenti, in base al loro utilizzo e ai nostri tratti fisici, in modo tale da poter avere un accessorio che possa essere complementare col nostro viso e renderci più affascinanti.

Per fare ciò, bastano poche e semplici regole da seguire, che ci renderanno il lavoro e la scelta molto più facile di quello che sembra. Scopriamo insieme tutto ciò che c’è da sapere sui colori degli occhiali da sole.

Montature: quali scegliere?

Scegliere il colore della montatura più adatto per il nostro viso e incarnato è di grande importanza, in quanto possono aiutarci a cambiare completamente i tratti del nostro viso e a renderlo diverso. Ad esempio, delle montature più spesse e scure, come nere e marrone scuro, principalmente fatte d’osso, potrebbero riempire il nostro viso e caratterizzarlo di più, ma allo stesso tempo potrebbero risultare troppo pesanti ed offuscare il nostro viso.

Al contrario, delle montature Ray Ban più chiare, fatte di metallo o trasparenti in plastica, possono alleggerirlo e renderlo armonioso, quasi diventando invisibili. Ma, come potrete ben pensare, dopo un po’ questo tipo di montature possono diventare scialbe e meno forti.

Un’altra opzione può essere quella di cercare occhiali da sole dalle forme e i colori bizzarri, che possono essere divertenti e rallegrare il viso, ma allo stesso tempo possono non abbinarsi in qualsiasi caso oppure risultare troppo eccentrici e stancare.

Lenti per occhiali da sole e a cosa servono

  • Ogni colore di lenti per occhiali da sole non ha soltanto una preferenza e gusto estetico preciso, bensì anche una sua funzione, che può aiutare o meno il pubblico, in base alle necessità che una persona può sentire di avere.
  • Lenti scure (nere o grigie) – le lenti dalle tonalità più scure, come nere o grigie, sono quelle più utili e convenienti da utilizzare. Sono così vantaggiose poiché il nero e il grigio scuro aiutano a smorzare l’intensità dei raggi del sole, senza però rovinare la percezione delle forme e dei colori. Proprio per questo motivo, possono risultare meno invasive di altre lenti colorate ed utilizzate per compiti che richiedono una maggiore attenzione da parte vostra.
  • Lenti verde scuro o blu – Anche questo tipo di lenti per occhiali da sole possono essere vantaggiose e utili per un utilizzo più frequente, in particolare se si devono svolgere compiti che richiedono una vista più attenta. Infatti, anche le lenti verde scuro e blu non alterano in maniera eccessiva i colori che ci circondano, rendendo i nostri occhi più vigili e attenti. Molto spesso, infatti, queste lenti vengono consigliate a persone che soffrono di ipermetropia o che devono essere alla guida di un veicolo, in quanto non affaticano lo sguardo. Inoltre, le lenti blu e verdi sono ottime nello sport, come ad esempio nel tennis, in quanto permettono di distinguere meglio le palline in campo. Infine, le lenti da occhiali da sole blu aiutano ad avere una migliore distinzione fra il bianco e nero, rendendo tutto un po’ più chiaro. Per tale motivo, le lenti blu sono consigliate a persone affette da miopia.
  • Lenti calde (rosso, arancio o marrone) – Queste lenti dalle tonalità più calde, come quelle dell’arancio, del rosso e del marrone, sono ideali per tutte quelle persone che fanno sport all’aria aperta, in particolare per quelli invernali. Infatti, esse riescono a controbilanciare le tonalità fredde della luce invernale, assieme al riverbero che potrebbe avere sulla neve e sul ghiaccio, soprattutto fasci di luce più forti. Inoltre, sono molto utili, in quanto hanno un forte effetto rilassante sulla nostra vista ed è proprio anche per questo motivo che vengono utilizzate per poter correggere la vista, in particolare la miopia.
  • Lenti gialle – Queste sono utilizzate soprattutto da cacciatori e miratori, poiché rendono il contrasto fra gli obiettivi mirati e il cielo più forte, soprattutto se si è in ambienti con una luce molto forte e luminosa. Nonostante questo, non sono gli ideali nella distinzione dei vari colori, perciò sono altamente sconsigliate in caso di altre attività, in cui questo compito diventa molto importante o anche imperativo.

La storia degli occhiali: come sono nati e la loro crescita

ray ban modelli

Se c’è un elemento che sembra esserci stato affianco per tantissimo tempo, sin dall’inizio dei tempi, questo risulta chiaramente il paio di occhiali. Che siano da vista o da sole, gli occhiali sono uno strumento nella nostra vita onnipresente, che anzi ci sembra quasi indispensabile.

Infatti, anche se contiamo soltanto gli acquisti per gli occhiali da vista, possiamo denotare come una grandissima fetta della popolazione mondiale sia quasi obbligata a utilizzarli per tutta la vita, a causa di problemi legati alla vista. Per questo motivo, ci sembra quasi impossibile poter immaginare un passato, in cui essi non esistevano.

Invece, bisogna far fronte ai fatti, ovvero che un tempo questo magico oggetto non esistesse, perciò i nostri antenati hanno dovuto far fronte a una vita più difficoltosa e, di conseguenza, inventare strategie, in modo tale da dover affrontare le sfide quotidiane senza l’ausilio di questi oggetti.

ray ban modelli

Ed è proprio per la stessa ragione, che è così interessante e utile ripercorrere insieme la storia degli occhiali da vista e da sole, così da poter comprendere al meglio la loro nascita e come si sono lentamente evoluti, fino ad arrivare ai nostri giorni.

La nascita degli occhiali da sole: quando è successa?

Gli occhiali da sole non hanno una nascita ben precisa, in quanto durante l’antichità, sono state attestate numerose testimonianze e trovati numerosi reperti archeologici che attestano la loro presenza, sin dall’inizio dei tempi. Infatti, è stata attestata la loro presenza in tantissime popolazioni antiche la presenza di occhiali da sole o dispositivi con lo stesso scopo, da utilizzare in diversi casi, in base alle necessità.

Questo è altamente immaginabile, in quanto gli occhiali rispondono a un tipo di richiesta alquanto semplice ed elementare, ovvero quello di proteggere i nostri occhi, una delle parti del nostro corpo più sensibili, dalla forza dei raggi del sole e dei raggi UV.

Ad esempio, gli studiosi sono riusciti a ritrovare dei primi elementi che possono rassomigliare a degli occhiali da sole nei reperti archeologici delle antiche popolazioni Inuit. In questi casi, gli oggetti ritrovati erano delle maschere, fatte principalmente d’avorio, formate da due cerchi uniti da una linea, che riprende la forma del nostro odierno ponticello, per unire le due ‘lenti’ e poter tenere la maschera sul viso. In particolare, l’elemento che li rende così vicini alle nostre odierne lenti da sole sono delle piccole forature sottili, simili a delle linee, create per poter difendere gli occhi dalla luce del sole, ma allo stesso tempo permettere alla persona la visione. In realtà, sono state trovate tante altre prove di occhiali da sole negli Inuit, fra cui anche elementi simili alla maschera precedente, ma di materiali diversi.

  • Fra questi vi sono anche legno o ossa di animali
  • come il tricheco
  • oppure cuoio lavorato
  • tenuti sul viso, grazie a dei lacci che venivano legati.
  • Un’altra spiegazione che gli studiosi danno all’utilizzo di occhiali da ‘sole’ per gli Inuit riguarda invece la neve
  • Si pensa, infatti, che questi strumenti potessero aiutare le popolazioni a ridurre il riflesso
  • e il riverbero della neve e del ghiaccio, specialmente durante la caccia.

Alcune testimonianze simili sono state trovate anche nell’Antico Impero Romano, perciò sappiamo con precisione che anche i nostri antenati dell’Impero, sentissero il bisogno di proteggere i loro occhi attraverso uno strumento particolare.

Secondo le testimonianze di un grande storico e scrittore latino, Plinio il Vecchio, anche lo stesso imperatore Nerone, durante la sua vita quotidiana utilizzava degli strumenti che lo aiutassero a doversi difendere da raggi solari. Secondo una storia alquanto originale descritta dal saggio, l’imperatore era solito presentarsi alle lotte dei gladiatori durante le feste, fosse solito portare con sé uno smeraldo e guardare la lotta attraverso di esso.

Sono in molti a non sapere, effettivamente, il perché lo utilizzasse o il motivo per cui avesse scelto la gemma. Ma, alcuni studiosi pensano che il colore del prezioso aiutasse a smorzare la luce del sole, assieme alla forma particolare. Altri, invece, pensano che fosse un aiuto per proprio per correggere la vista dell’Imperatore, in particolare per combattere la miopia.

ray ban modelli

Vi sono delle testimonianze di occhiali da sole persino nell’antico e immenso mondo Asiatico, in particolare nei territori della Cina. In questo caso, i cosiddetti occhiali da ‘sole’ erano formati principalmente di quarzo e pietre preziose simili. Si presume che l’abitudine di indossare questi elementi fosse nata tempo addietro, sin dal XII secolo, e venisse utilizzata per diverse ragioni. In particolare, per proteggere gli occhi delle persone, sia i più nobili che i lavoratori in spazi all’aperto, dall’abbagliamento della luce del sole.

Fra gli studiosi si afferma anche una nuova teoria, provata dalle testimonianze visive e scritte, risalenti a quei secoli: secondo gli studi, infatti, gli occhiali da sole venivano utilizzati principalmente dai giudici e nelle corti imperiali, in particolare durante gli interrogatori. In questo modo, queste figure giuridiche potevano nascondere e dissimulare le loro espressioni facciali davanti alle vittime e gli imputati, dando così una parvenza di imparzialità, davanti al resto della giuria.

Gli occhiali da sole moderni, così come noi li conosciamo

Abbiamo visto insieme come, con il passare dei secoli, il concetto di occhiali da sole e dello schermare e proteggere gli occhi dalla forza della luce e del sole sia stato sempre presente. Però, possiamo anche notare come questi siano stati soltanto dei predecessori dei nostri occhiali da sole, così come li conosciamo, poiché erano strutturati in maniera diversa e spesso, avevano molta meno efficacia.

Ad esempio, gli occhiali ‘a mascherina’ ideati dagli Inuit erano sì efficaci contro il riverbero della neve e della luce solare, però erano strutturati in maniera tale da rendere la vista molto ristretta, cosa non molto produttiva. Ed è per questo che le conoscenze sulla protezione degli occhi dal sole sono state tramandate, non solo di generazione in generazione, bensì anche attraverso i confini dei paesi, affinché si potesse arrivare a una soluzione soddisfacente, utile e allo stesso tempo maneggevole.

La domanda, però, continua a persistere: quando sono nati gli occhiali da sole moderni, così come noi li conosciamo? La risposta potrebbe stupirvi e sorprendervi.

Infatti, possiamo vantare la nascita degli occhiali da sole, così come li utilizziamo oggi, in quanto sono stati ideati proprio su suolo italiano e da parte di un tecnico italiano. In particolare, questa scoperta e nuova invenzione ci porta verso i fiumi e le rive veneziane, durante il ‘500.

Secondo gli studiosi, colui che può essere definito come il suo inventore è il Duca Gian Vincenzo Pinelli, che possedeva i territori di Acerenza e Giugliano. L’uomo era noto ai posteri non soltanto come uomo di grande nobiltà, ma anche esperto nelle scienze e nella natura, tanto da ottenere il ruolo di mentore di uno dei più grandi uomini del passato e della scienza, ovvero Galileo Galilei.

Ma come nacque nella sua mente, l’idea di creare degli occhiali?

Come si può ben pensare, in base alle ricerche e alle testimonianze sulla vita di quest’uomo, sappiamo che fosse un luminare della scienza e delle arti. Infatti, egli si dilettò in numerosi interessi, fra cui la botanica, la fisica, la biologia e tante altre, considerando anche come fosse solito collezionare numerose opere scientifiche e anche strumenti, provenienti da ogni dove.

Secondo sempre i pettegolezzi e gli studi del tempo, egli possedeva una biblioteca immensa, contenente più di 8.500 opere stampate, di conseguenza veniva considerata fra le più grandi e sistemate del XVI secolo. Potrebbe essere altamente evidente come tutto ciò abbia avuto un fortissimo impatto sulla sua vita e, più nello specifico, sulla sua salute.

In particolare, ci fu un avvenimento nella vita del giovane scienziato che gli procurò numerosi danni e, per tale motivo, egli si appassionò con tale fervore al mondo affascinante dell’ottica. Infatti, quando Pinelli era solo un bambino, ebbe un incidente che gli distrusse parte di un occhio.

Perciò, egli fu costretto per tutta la sua vita a dover indossare delle particolari lenti, colorate di verde, per poter continuare a usare la sua vista e leggere i suoi amati scritti scientifici. Fu lui per primo ad avere la brillante idea di utilizzare dei particolari vetri tinti, in questo caso vetro bruciato proveniente da Venezia, per applicarli ai suoi occhiali e così proteggere la vista.

ray ban modelli

Di conseguenza, si pensa di attribuire a lui l’invenzione degli occhiali da sole, almeno così come li conosciamo noi nell’era moderna.

Nonostante la sua grande invenzione, gli occhiali da sole moderni ideati dal Pinelli tardarono nel vedere la luce ed essere usati dal pubblico generico. Infatti, si pensa che soltanto cento anni dopo la morte di questo grandissimo luminare, nel 1700, si cominciò a vedere in giro i famosi occhiali da sole del duca lucano.

Qualche anno più avanti, un altro grande luminare della scienza, ovvero James Ayscough, cominciò nel 1725 a compiere dei piccoli studi sugli occhiali da vista e sulle lenti colorate. Lo scienziato infatti, riteneva che alcune lenti colorate, come di verde o di blu, potessero avere un grande potere e aiutare le persone non vedenti o con difetti di vista, a poter correggere ciò e vedere sempre meglio.

Fu così che cominciò a montare queste lenti sugli occhiali e pian piano a lavorare su questa nuova invenzione, che presto avrebbe preso piede nella società.

Questa nuova moda divenne largamente diffusa inizialmente nel mondo colorato di Venezia, in cui per la prima volta si cominciò l’usanza di indossare occhiali da sole moderni. Questi nuovi strumenti erano formati, per l’appunto, da vetri colorati che venivano soffiati e lavorati nelle famosissime ed espertissime vetrerie di Murano, vicino Venezia.

Questi vetri venivano montati direttamente su degli scheletri di occhiali, in modo tale da poter impedire ai raggi UV del sole, di poter danneggiare la vista. Gli occhiali da sole erano usati e prediletti principalmente dai gondolieri e dai loro passeggeri, soprattutto donne e bambini, così da poter proteggere la vista da parte del sole e del suo riverbero sull’acqua, durante i lunghi viaggi per i fiumi e le viottole della città.

Ancora oggi, è possibile poter trovare e ammirare delle copie originali di questi occhiali da sole nei musei, mentre i loro soprannomi come ‘occhiali da gondoliere’ o ‘vetri da dama’, sono tutt’ora utilizzati dalle persone più curiose, con le loro inimitabili lenti da sole verdi.

Un grandissimo passo nella storia degli occhiali da sole è stato anche fatto dal luogotenente americano John A. Macready, il quale passerà alla storia. Il militare, infatti, non soltanto faceva parte della United States Air force, bensì aveva come hobby quello di volare con palloni aerostatici, il che lo portava spesso a stare in alta quota. Durante questi viaggi, egli però constatava come la sua vista tendesse a peggiorare, in quanto colpita dagli agenti atmosferici e dalla forte luce del sole.

Per questo motivo, egli contattò un’azienda, la Bausch & Lomb, in modo tale che potessero confezionare per lui, su misura, degli occhiali che lo aiutassero in alta quota. Dal desiderio di questo giovane militare, gli occhiali da sole allora ideati divennero pian piano uno strumento indossato, non solo dal corpo dell’aeronautica militare americana, bensì anche da ogni partecipante del corpo militare americano.

L’azienda al giorno d’oggi viene chiamata Ray Ban ed è una delle compagnie più grandi e rispettate nel mondo degli occhiali, sia da vista e da sole [ Ray Ban modelli ]. In quel momento riuscì a confezionare i cosiddetti occhiali da sole ‘Aviator’, che passeranno alla storia e diventeranno più che amati e indossati, ottenendo il consenso del pubblico.

Dalle piccole scoperte e dall’inventiva degli uomini antichi, fino ai giorni nostri, è passato molto tempo e la ricerca scientifica e tecnica ci ha aiutato a migliorare gli occhiali da sole. Nonostante ciò, possiamo notare come essi siano stati uno strumento molto importante nella vita dell’uomo, non soltanto per gusto estetico, ma per grandi necessità e difesa del nostro corpo.

Di conseguenza, queste scoperte sono più che fondamentali per il genere umano e forse anche più. Nessuno sa cosa potrebbe nascondere il futuro i quali altre scoperte ci potranno essere a riguardo, in fondo l’orizzonte è l’unico ostacolo alla nostra vista.

L’effetto occhiali da sole e la sua importanza nella moda

ray ban quadrati

È innegabile il dato di fatto per cui gli occhiali da sole sono un accessorio che può essere immancabile nell’armadio di qualunque persona, al giorno d’oggi. Nonostante spesso possono essere considerati un elemento aggiuntivo e facoltativo, che può essere semplicemente dimenticato sul comodino, prima di uscire per la nostra giornata abituale.

In realtà, gli occhiali da sole sono un elemento importantissimo nel nostro guardaroba, non soltanto perché possono essere un grandissimo dettaglio estetico da poter sfoggiare, ma anche per la loro grandissima e utilissima funzione di proteggere i nostri occhi dai raggi del sole troppo forti. Per questo motivo, sono diventati molto velocemente nella storia un must da dover indossare, sin dall’antichità.

ray ban quadrati

Infatti, è sin dagli albori dei tempi che i nostri antenati hanno preso in considerazione l’importanza degli occhiali da sole e hanno cercato, in ogni modo, di poter ideare delle strategie per poter proteggersi dal sole. Ovviamente, ai tempi, l’unico pensiero fisso era la praticità, quindi non erano molto decorati, ma i tempi sono cambiati velocemente e gli occhiali da sole sono diventati dei pezzi forte, che hanno dominato la cultura pop e il mondo della moda. Col tempo sono nati occhiali di tantissimi tipi, fra mille forme e colori diversi, occupando con prepotenza spazio nel mondo delle passerelle e della moda più ‘popolare’. Vediamo insieme qual è stato il grande impatto che gli occhiali da sole hanno avuto sulla moda e come si è evoluto col passare degli anni.

Gli occhiali da sole nella moda antica: da strumento a accessorio

Come possono ben sapere i più grandi amanti degli occhiali da sole, essi, nella loro accezione moderna, così come noi li conosciamo, sono stati inventati nel XV secolo da un duca italiano, il sig. Gian Vincenzo Pinelli. Egli gli ideò per poter colmare alcune lacune che aveva, per quanto riguardava la sua vista, a causa di un incidente d’infanzia che gli danneggiò un occhio.

Da lì, però, passarono quasi cento anni, fino al momento in cui gli occhiali da vista divennero di moda. In particolare, la passione per questo accessorio scoppiò nella ridente Venezia del XVI secolo, con cui donne e piccini potevano schermarsi gli occhi contro il sole.

Per la loro costruzione venivano utilizzati vetri bruciati provenienti da Murano, spesso di colorazione verde, montati su degli scheletri di metallo, spesso semplice ferro. In questo modo, durante le loro quotidiane gite in gondola, per i canali della città, essi potevano proteggersi dai raggi del sole e dal riverbero degli stessi sull’acqua.

Certamente, da quei momenti nacque una grande mania degli occhiali da sole, che divennero un gioco e un privilegio della nobiltà veneziana, che potevano permettersi di giocare con la fantasia e farsi confezionare su misura occhiali da sole sempre più sfarzosi. Ancora oggi, vi sono dei reperti del tempo che attestano il gusto della nobiltà veneziana dei tempi verso gli occhiali da sole, grazie a delle mostre nella stessa Venezia.

In questo luogo, alla Biblioteca Marciana, si possono ammirare numerosi esemplari, fra cui un modello assai pregiato, che secondo alla tradizione è appartenuto al doge Alvise IV Mocenigo. Dall’aspetto, si può certamente notare il loro sfarzo. Essi sono formati da una montatura in osso, dalle tonalità marrone scuro macchiate con china per creare un effetto tartaruga, e delle lenti di colore verde scuro. Le asticelle laterali erano nello stile tipico del tempo, sfarzosamente decorati, così come la loro custodia, di colore verde smeraldo e tinta con decori a forma di giglio e lo stemma della sua famiglia altolocata.

Gli occhiali da sole nel XX secolo e la nascita della moda degli occhiali

Nel passaggio dei secoli, gli occhiali da sole sono cambiati e si sono evoluti, diventando oggetto di lusso e di contesa fra le folle. Ma è soltanto molto più avanti, ovvero verso gli inizi del XX secolo, che la moda degli occhiali da sole diventò sempre più popolare e venne commercializzata in modo più costante. La prima vera e propria azienda che producesse e vendesse occhiali da sole, fu fondata ad Atlantic City nel 1929 da Sam Foster, il quale piazzava i suoi venditori sulle spiagge della città, per poterli vendere ai turisti sul momento.

Da quel momento, gli occhiali da vista diventarono lentamente parte della cultura di massa. Un evento popolarissimo nella storia degli occhiali è quello verso il 1929 in cui il luogotenente John McCready contattò l’azienda Bausch & Lomb, per poter ideare un paio di occhiali che potessero proteggere la sua vista durante i suoi voli nella United States Airforce e durante i suoi voli areostatici.

Fu così che la compagnia riuscì a ideare un nuovo modello di occhiali da vista, ovvero gli ‘Aviator’, che presero man mano sempre più piede, in quanto scelti come parte della divisa del corpo militare americano, durante la Seconda Guerra Mondiale. La compagnia lentamente si espanse, diventando sempre più famosa e ottenendo il suo nome odierno, ovvero Ray Ban. Grazie a questa compagnia, gli occhiali da sole tornarono, da meri strumenti protettivi a accessorio per il gusto di tutti.

ray ban quadrati

Un’altra grandissima pietra miliare all’interno della storia degli occhiali da sole è avvenuta nel 1936, anno in cui un’azienda rinomata decise di creare un nuovo tipo di lenti per occhiali da sole, ovvero quelle polarizzate. Esse permettevano di avere un’ottima vista, così da poter essere utili e efficienti, ma allo stesso tempo erano più scure e impedivano alle persone di fronte a chi li indossava, di poter celare il proprio sguardo.

Proprio per questo, le lenti da sole polarizzate divennero un enorme successo, specialmente fra le star di Hollywood, le quali potevano indossarli per potersi proteggere dagli sguardi indagatori dei loro fan o dei paparazzi più furiosi. A partire da quegli anni, gli occhiali da sole divennero un elemento presente costantemente nella vita non solo pubblica, bensì anche in quella televisiva, davanti e dietro lo schermo.

L’uso degli occhiali da sole da parte dei registi e delle stelle hollywoodiane certamente ha lasciato una grossa impronta nella società di oggi, influenzando il loro uso nelle masse e della loro commercializzazione, fomentandone la moda.

Ma gli storici tendono a voler ricordare col sorriso un altro grandissimo momento della storia, in cui gli occhiali da sole ebbero molto successo, ovvero nel 1969. In quel tempo, vi fu un evento di portata storica internazionale, grazie al primo allunaggio, effettuato dall’Apollo 11 e dal team di scienziati dell’associazione americana NASA. Ciò che veramente fa sorridere è che gli astronauti che partirono in orbita, verso la Luna, indossavano degli occhiali da sole speciali, che li aiutassero a proteggere gli occhi dagli agenti atmosferici dello spazio.

Nel momento in cui la televisione internazionale trasmise in onda il video di questo grande evento, il pubblico rimase colpito da tali occhiali in modo così forte, da voler assolutamente assomigliare, almeno in parte, agli eroi nazionali del momento, perciò decisero in massa di comprare nuovi occhiali da sole.

La moda degli occhiali nei diversi decenni del XX secolo

L’impatto e la crescita che hanno avuto gli occhiali da sole nei decenni del XX secolo è immensa, in quanto nel giro di pochi anni, hanno cambiato costantemente forma e colore, creando mode che non hanno smesso mai più di rinnovarsi e mutare. Infatti, possiamo notare dalle foto e dai ricordi delle diverse epoche, come essi siano diventati sempre più diversi, quasi irriconoscibili.

Negli anni Sessanta sono cominciate le prime tendenze che hanno visto gli occhiali da vista cambiare e diventare sempre più eclettici. In questi anni, la forma che andava sempre più di moda era quella tonda, che spesso viene collocata nell’immaginario locale con ‘i figli dei fiori’ o figure di spicco nella cultura pop come John Lennon. Infatti, veniva prediletta una montatura di occhiali da sole piccola, formata spesso da scheletri in metallo leggero e sottile, e delle lenti dai colori vivaci, fra i più variegati, dal blu all’arancione e così via.

ray ban quadrati

Durante le epoche successive, negli anni Settanta, cominciarono a essere utilizzate delle montature diverse, dalle forme più grandi, ampie e squadrate. Gli scheletri di occhiali tornarono ad essere d’osso o plastica, dai bordi più spessi, e molto spesso decorati con tonalità vivaci o pattern particolari, come l’effetto maculato o di tartaruga.

Un modello molto comune ai tempi era di forma ovale, allungato nel verso orizzontale, che rendesse gli occhi più affusolati. In questi anni divenne anche più diffuso un modello di occhiali molto grande, dalla forma rotonda o più quadrangolare. Questi modelli potevano essere d’ispirazioni diverse, verso le montature delle starlettes del cinema muto, fino agli occhiali da sole indossato nelle discoteche più movimentate.

Nonostante questo grande tipo di cambiamento, durante gli anni Ottanta si ebbe un enorme boom, in cui gli occhiali da sole trovarono sempre più spazio e libertà d’espressione. In questi anni tornarono in auge gli occhiali ‘a forma di occhi di gatto’, che allungavano il viso e lo sguardo delle donne, rendendole più accattivanti. Infine, è proprio in questi anni che la famosa azienda di occhiali da sole Ray Ban riuscì a ottenere sempre più successo, grazie alla loro distribuzione dei film colossal più amati.

È da questi momenti che cominciarono a spopolare nel pubblico gli occhiali da sole ‘Aviator’, con la loro forma a goccia, o gli ‘Shooters’, dalla forma quadrangolare come i ray ban quadrati e i dettagli sempre più marcati, rendendo la montatura, sempre d’osso o di plastica, più pesante.

Un altro modello molto in auge ai tempi furono le montature Wayfarer Clubmaster, sia nella loro accezione più classica, ovvero con scheletro completo in nero, di plastica, e lenti rigorosamente nere, oppure nella forma più leggera, utilizzata anche negli occhiali da vista, con asticelle laterali e parte superiore di osso, dai colori tendenti al blu, nero o marrone, e una parte inferiore con contorni di metallo. Il colore delle lenti più gettonato con questo modello sono verde scuro, blu scuro e nero.

  • Infine, abbiamo gli anni Novanta, epoca che con tutte le sue mille contraddizioni
  • occupano nel cuore di tutti un posto molto caro e nostalgico.
  • In questi anni, le montature diventano più piccole e spigolose, sia nella forma rettangolare
  • ben nota anche fra gli occhiali da vista, sia nella forma tonda, più eclettica presente nel mondo del punk.
  • Ad esempio, sono iconici gli occhiali ovali, dalla montatura stravagante bianca e le lenti nere
  • che veniva indossata dal dio del grunge, Kurt Cobain.

Tornarono di moda anche gli occhiali più simili allo stile degli anni Sessanta, con i loro occhiali leggeri, ma dalle lenti colorate, soltanto che in questi casi sono diventati più allungati, che nella loro versione nera possono ricordare gli occhiali indossati da Neo e gli altri protagonisti di Matrix. Sono numerose le mode che si stabilirono in questi anni, tendenze che rimasero impresse nella nostra mente, tanto da continuare ad esistere ancora oggi, fra di noi.

Occhiali da sole: un mito senza fine nel mondo di oggi

Come possiamo notare, gli occhiali da sole nascondono dietro di sé una lunga storia, piena di curiosità, stranezze, ma soprattutto tantissima creatività. Essi sono diventati spesso, nelle diverse epoche, simboli di appartenenza a un gruppo, a una società o incarnavano ideali e promesse, che la gente avrebbe voluto portare con sé nella propria vita. Grazie a un paio di occhiali da sole molto semplici, ci si può nascondere dalla vita quotidiana e immaginare, anche solo per un po’ di tempo, di poter essere una star del cinema o un prode pilota d’aerei, o molto più semplicemente qualcuno di interessante, al di fuori della quotidianità.

ray ban quadrati

Possono cambiare colore, forma o dettagli, ma hanno tutti lo stesso significato, ovvero quello di poter proteggere, ma allo stesso tempo esaltare il nostro sguardo, un elemento così importante per la nostra vita, da non poterlo sottovalutare così facilmente. E così sarà anche nel futuro, in cui cambieranno le mode, forse torneranno quelle del passato o si modernizzeranno, ma una cosa sarà pur certa: gli occhiali da sole non passeranno mai di moda, ma rimarranno impressi, come nella roccia, nella nostra vita quotidiana.

Tipi di occhiali da sole

occhiali da sole

Sei ossessionato dalle lenti oversize, un fan dei classici occhiali da sole aviator o completamente incerto su quale tipo di occhiali da sole indossare? Ti abbiamo parleremo di tutto, dagli stili quadrati retrò agli occhi di gatto, dall’attaccatura delle sopracciglia allo sport!

Aviator

Gli aviator si distinguono per la montatura in metallo scuro e le lenti riflettenti o fumé. Le grandi lenti a goccia sono state progettate per bloccare il sole da tutte le angolazioni (da qui il loro utilizzo da parte dei piloti in passato) e hanno un bell’aspetto su qualsiasi Maverick moderno.

occhiali da sole rayban

Browline

Gli occhiali da sole Browline sono dotati di una montatura superiore spessa che attraversa la fronte. Il colonnello Sanders era uno dei primi fan della linea delle sopracciglia e le celebrità di oggi indossano occhiali da sole per continuare la tradizione di ispirazione retrò.

Square retrò

Non sei sicuro di quale stile abbinare? Un classico stile quadrato retrò non può sbagliare con la sua forma squadrata e le cornici super spesse. Questo è un punto di riferimento per ogni forma e dimensione del viso ed è disponibile in una varietà di stampe e colori per uomini e donne.

Round

Con questo stile iconico, viene sempre in mente John Lennon. Sebbene le lenti siano sempre rotonde, le montature possono essere piccole o grandi, sottili o spesse, in metallo o plastica. Indossa un paio di questi occhiali da sole e ondeggia al ritmo della musica!

Sport

Gli occhiali da sole sportivi sono progettati per gli avventurieri con lenti sottili ed eleganti che si assottigliano sulle tempie (sai, così puoi lavorare di più, meglio, più velocemente, più forte). Molti sono dotati di lenti polarizzate per combattere l’abbagliamento e migliorare la visibilità.

Occhi di gatto

Gli occhiali da sole a occhi di gatto, caratterizzati da angoli rialzati e montature retrò, sono stati resi popolari per la prima volta negli anni ’50 da celebrità come Marilyn Monroe e Audrey Hepburn. Gli amanti del retrò dovrebbero afferrare questo stile proprio su … miao, con vibrazioni femminili e stampe feline.

Square

Mentre le lenti sulle sfumature quadrate sono simili alla forma quadrata retrò, potrebbero essere classificate come quadrate o rettangolari ma hanno un aspetto aggiornato. Le opzioni di stile vanno dallo sportivo al trendy, rendendo questa forma di montatura una delle più adattabili.

occhiali da sole

Brow Bar

Gli occhiali da sole con barre sopracciliari sono diventati popolari. Questo stile è una variazione delle barre sopraccigliari presenti sulla maggior parte dei telai da aviatore, ma i telai di questa categoria differiscono per forma, dimensioni e materiale.

Tipi di occhiali da sole consigliati

La maggior parte degli occhiali da sole sono realizzati per proteggere i nostri occhi dai raggi nocivi del sole. Le etichette degli occhiali da sole spesso promettono protezione dalla luce ultravioletta e da altri tipi di radiazioni naturali. È fondamentale capire da quale tipo di luce è necessario proteggere gli occhi e quale tipo di luce non è necessariamente dannosa.

1. Blocca il 99 percento dei raggi ultravioletti

Questa è una caratteristica che dovresti sempre cercare quando acquisti occhiali da sole. L’esposizione a lungo termine alle radiazioni ultraviolette (UV) del sole è stata collegata alla cataratta e ad altre escrescenze oculari, compreso il cancro. Si ritiene che le radiazioni UVB siano più dannose per gli occhi e la pelle rispetto alle radiazioni UVA.
Sebbene sia le lenti in plastica che quelle in vetro assorbono la luce UV, l’assorbimento dei raggi UV può essere migliorato aggiungendo sostanze chimiche al materiale delle lenti durante la produzione o utilizzando speciali rivestimenti per lenti.
Cerca occhiali da sole che filtrano il 99% o il 100% della luce UV. Secondo le etichette di alcuni produttori, “assorbimento UV fino a 400 nm”. Ciò equivale al completo assorbimento UV.

2. Rettificato e lucidato

Alcuni occhiali senza prescrizione sono rettificati e lucidati per migliorare la qualità delle lenti. Le lenti senza prescrizione che non sono state molate e lucidate non causeranno alcun danno agli occhi.
Dovresti assicurarti che le lenti che acquisti siano di alta qualità. Esamina qualcosa con un motivo rettangolare, come una piastrella per pavimenti, per determinare la qualità degli occhiali da sole senza prescrizione. Tenere gli occhiali a una comoda distanza dal viso e coprire un occhio. Muovi lentamente i bicchieri da un lato all’altro, quindi su e giù. Le lenti vanno bene se le linee rimangono dritte. Se le linee si muovono, specialmente al centro dell’obiettivo, provane un altro paio.

3. Resistente all’impatto

Per essere sicuri, tutti gli occhiali da sole devono soddisfare gli standard di impatto della Federal Food and Drug Administration (FDA). Sebbene nessuna lente sia veramente infrangibile, è meno probabile che le lenti in plastica si rompono rispetto alle lenti in vetro se colpite da una palla o da una pietra.

La maggior parte delle lenti da sole senza prescrizione sono in plastica. Gli occhiali da sole in plastica policarbonato, comunemente usati nello sport, sono estremamente resistenti, ma si graffiano facilmente.

4. Polarizzato

Le lenti polarizzate riducono l’abbagliamento riflesso, che si verifica quando la luce solare rimbalza su superfici lisce come pavimentazione, finestrini delle auto, superfici cromate o acqua. Sono particolarmente utili per la guida e la pesca.
Sebbene la polarizzazione non abbia nulla a che fare con l’assorbimento della luce UV, molte lenti polarizzate ora includono una sostanza che blocca i raggi UV. Controlla l’etichetta per assicurarsi che le lenti offrono la massima protezione dai raggi UV.

occhiali da sole

5. Lenti oscurate

Una lente media è adatta per l’uso quotidiano, ma se intendi utilizzare gli occhiali in condizioni estremamente luminose, scegli una lente più scura.
Il colore e il livello di oscurità non rivelano nulla sulla capacità delle lenti di bloccare la luce UV.

6. Fotocromatiche

Una lente per occhiali fotocromatici si scurisce automaticamente in condizioni di luce intensa e schiarisce in condizioni di scarsa illuminazione. La maggior parte dell’oscuramento avviene in circa mezzo minuto, mentre il fulmine dura circa cinque minuti. Le lenti fotocromatiche sono disponibili in una tinta uniforme o sfumata.

7. Stile avvolgente

Gli occhiali avvolgenti sono progettati per impedire alla luce di entrare negli occhi attraverso la montatura.
Gli studi hanno dimostrato che i raggi UV penetrano intorno alle normali montature per occhiali, riducendo i benefici delle lenti protettive. Gli occhiali da sole avvolgenti con una montatura ampia possono proteggere i tuoi occhi da tutte le angolazioni.

occhiali da sole

8. Lenti sfumate

Le lenti sfumate sono ombreggiate dall’alto verso il basso o dall’alto e dal basso verso il centro. Le lenti a gradiente singolo (scure in alto e più chiare in basso) possono ridurre l’abbagliamento dal cielo pur permettendomi di vedere chiaramente sotto. Sono comodi per la guida perché non oscurano la visuale del cruscotto.

Non sono altrettanto efficaci nel ridurre l’abbagliamento in ambienti innevati o in spiaggia.
Le lenti a doppia sfumatura (scure in alto e in basso e più chiare al centro) possono essere migliori per sport come la vela o lo sci, dove la luce si riflette sull’acqua o sulla neve.
Poiché fanno sembrare il cruscotto fuoco, le lenti a doppia sfumatura non sono consigliate per la guida.

Sai cosa dicono:’ Indossare un nuovo paio di occhiali da sole,e come una nuova acconciatura, è un modo semplice per trasformare completamente il tuo aspetto”.

Ray Ban Wayfarer neri

ray ban wayfarer neri

Il Wayfarer è probabilmente lo stile di occhiali da sole più popolare venduto oggi. Erano le montature preferite di JFK, Bob Dylan e Andy Warhol, e continuano a incrociare con facilità linee professionali, di stile e culturali per rimanere una delle forme di occhiali da sole più lusinghiere e versatili disponibili.

Questo articolo discuterà la storia dello stile Wayfarer, Ray-Ban e altri marchi, come indossarli, cosa comprare e come identificare i falsi Wayfarer.

La storia dei Wayfarers

È interessante notare che il termine “Wayfarer” si riferisce a qualcuno che viaggia a piedi, ma probabilmente lo potete conoscere solo come lo stile di occhiali da sole più venduto al mondo. Sorprendentemente, solo pochi decenni fa, erano sul punto di essere gradualmente eliminati a causa del calo delle vendite. Il designer Raymond Stegeman li inventò nel 1956 per il marchio Ray-Ban di Bausch & Lomb come un modo per allontanarsi dai tradizionali telai in metallo trovati all’epoca.

La coppia originale sembra nel suo documento di brevetto essere molto diversa da quella che la maggior parte delle persone considera la forma del Wayfarer. La caratteristica forma trapezoidale ricorda una montatura a occhio di gatto molto più della forma squadrata dei moderni occhiali

All’epoca era considerato un aspetto molto maschile e si adattava perfettamente all’estetica controculturale di Bob Dylan.

All’inizio erano piuttosto popolari e sembravano guadagnare terreno negli anni ’50 e ’60, in linea con il movimento moderno della metà del secolo. Furono rapidamente adottati da altre icone della moda dell’epoca, aumentando ulteriormente la loro popolarità. Allo stesso tempo, la forma del telaio era in continua evoluzione e diversi produttori adottarono lo stile.

ray ban wayfarer neri
ray ban wayfarer neri

Tuttavia, negli anni ’70, i Wayfarer stavano rapidamente diventando obsoleti e le vendite erano crollate al punto che Ray-Ban si stava preparando a interrompere la produzione. I Wayfarer iniziarono a evolversi silenziosamente in forma nei successivi dieci anni.

Ray Ban wayfarer neri e The Blues Brothers

Poi, nel 1981, è stato rilasciato il film The Blues Brothers, che ha caratterizzato un cast di ensemble che ha indossato in modo prominente Ray-Ban Wayfarers per tutto il film. Entro la fine dell’anno, Ray-Ban aveva venduto 18.000 paia di occhiali da sole.

Nonostante il fatto che i Blues Brothers siano sinonimo di Wayfarers, i due personaggi principali non sembrano aver indossato la stessa coppia. Elwood, interpretato da Dan Akroyd, indossava una montatura a occhio di gatto leggermente squadrata che ricordava più il brevetto originale, mentre Jake, interpretato da John Belushi, indossava i Wayfarers inclinati e arrotondati che sono ancora disponibili oggi.

ray ban wayfarer neri

Riconoscendo l’importanza dell’inserimento di prodotti, la società ha speso  50.000  dollari per mostrare i Ray Ban Wayfarer neri nei film di Hollywood e nei migliori programmi televisivi. Gli occhiali da sole sono stati protagonisti di più di 60 fotografie in poco più di mezzo decennio. Ray-Bans aveva venduto 300.000 paia nel 1983, l’anno in cui uscì un altro iconico film di Wayfarer, Risky Business. Tre anni dopo, erano saliti a 1,8 milioni.

L’inclinazione pantoscopica era una caratteristica dei Ray Ban Wayfarers neri all’epoca. Il Wayfarer originale ha un angolo in avanti abbastanza pronunciato, che può apparire eccessivamente estremo su alcune facce e far penetrare il sole negli occhiali dall’alto su determinate forme e diametri del viso.

Sfortunatamente, all’inizio degli anni ’90, il Wayfarer era caduto di nuovo in disgrazia.

Marchi come Oakley stavano reinventando il concetto di occhiali da sole in plastica introducendo occhiali da sole avvolgenti commercializzati per gli atleti e coloro che aspiravano ad essere come loro.

Bausch & Lomb ha deciso di vendere nel 1999 e sono stati acquistati per $ 640 milioni dal gruppo italiano Luxottica.

Hanno completato una significativa riprogettazione del Wayfarer nel 2001, utilizzando plastica stampata a iniezione anziché il precedente acetato.

Poiché una cornice di piccole dimensioni era meno angolare, gli acquirenti potevano indossarli appollaiati sulla testa quando non avevano bisogno di protezione solare.

ray ban wayfarer neri

Inoltre, la maggior parte delle opzioni Wayfarer oggi sul mercato è stata squadrata rispetto alla forma originale, che aveva una leggera forma a occhio di gatto .

Le vendite sono aumentate costantemente da allora e Ray-Ban ha scelto di ridisegnare il modello e introdurre nuove versioni nel corso degli anni.

Oggi è lo stile di occhiali da sole più popolare sul mercato, non solo venduto da Ray-Ban ma anche imitato da quasi tutti i produttori di occhiali da sole in tutto il mondo.

Come mettere i Wayfarers

I Ray Ban Wayfarer  neri stanno bene sulla maggior parte delle forme del viso, ma non su tutti. Spesso è dovuto al colore e alle dimensioni degli occhiali da sole rispetto al tono della tua pelle e alle dimensioni della tua testa, piuttosto che alla forma.

Quando si tratta della forma del viso, funzionano particolarmente bene su facce oblunghe, ovali e rotonde.

I Wayfarers fatti di plastica nera tradizionale possono sembrare uno stile più casual di occhiali da sole. Non è sempre così, poiché un paio di montature avvolgenti è indiscutibilmente più casual.

Ecco alcuni suggerimenti per indossare gli occhiali da sole Wayfarer:

  1. Questa cornice era originariamente disponibile in nero, ma l’adagio che il nero va con tutto semplicemente non è vero. Il nero può essere un colore degli occhiali da sole molto duro rispetto al tono della pelle, quindi le persone con la pelle chiara o media dovrebbero evitarlo. I toni della pelle più profondi avranno meno contrasto, rendendo il colore nero più complementare. Se sei un dandy, scegli il nero per un abbigliamento casual e prova il guscio di tartaruga o montature più uniche.
  2. Si sconsiglia di indossare Wayfarers con abiti da lavoro. Possono, tuttavia, sembrare piuttosto sbarazzini se indossati con abiti da lavoro fuori dall’ufficio.
  3. I Wayfarers sono estremamente versatili e possono essere indossati in spiaggia con un costume da bagno o per una passeggiata in centro in pantaloni chino e polo. Se eseguiti correttamente, possono anche essere indossati con abiti da lavoro. Il vero vantaggio dei Wayfarers rispetto ai wrap-around è che vanno con molti più abiti e possono facilmente essere un paio di tutti i giorni che tieni in macchina.
  4. Se scopri che sono la forma migliore per il tuo viso, acquistane diverse paia in vari colori di montatura.

I Wayfarers fatti di plastica nera tradizionale possono sembrare uno stile più casual di occhiali da sole. Non è sempre così, poiché un paio di montature avvolgenti è indiscutibilmente più casual.

Dove posso trovare gli occhiali da sole Wayfarer?

Un paio di Wayfarer Potrebbe starti bene, ma un altro no. Puoi acquistarli online e quasi sicuramente otterrai un affare migliore, ma dovrai apportare le modifiche da solo o andare da un ottico locale e pagarli. Naturalmente, se sono difettosi, puoi semplicemente restituirli.

ray ban wayfarer neri

Poiché gli stili variano molto, le dimensioni delle lenti, il loro posizionamento e persino lo spessore della montatura possono avere un impatto significativo sul modo in cui ti guardano. Inoltre, a causa della cornice più audace, alcuni colori potrebbero non essere belli come altri.

Ecco alcuni suggerimenti per aiutarti a trovare i migliori occhiali da sole Wayfarer:

  1. Considera l’idea di provarli nei negozi della trua zona. Tieni presente che Luxottica possiede molti dei marchi leader
  2. Cerca negli store online ufficiali , come OtticaSM
  3. . Dai un’occhiata ai negozi vintage per le migliori offerte sugli acetato Wayfarers. Le coppie di acetato vintage di prima che Ray-Ban fosse venduto a Luxottica si possono trovare su eBay

.Poiché sono molto più grandi dei modelli più recenti, le montature vintage non sono sempre adatte ai visi piccoli.